Archivi e Biblioteche diocesani
Fondi o Serie
Biblioteca Capitolare   versione testuale

La Biblioteca Capitolare 
 
La Biblioteca Capitolare č nata per le necessitą del culto e per l'istruzione e lo svago dei canonici e si č accresciuta solo tramite donazioni e lasciti testamentari.
In essa pertanto si trovano soprattutto testi liturgici, di teologia, di diritto e raccolte di sermoni.
Ha una consistenza di circa 3.500 volumi, con tre incunaboli.
 
Attualmente č articolata in due parti:
 
- Fondo manoscritti
- Testi a stampa
 
Le tre principali donazioni librarie ricevute dalla Biblioteca Capitolare sono:
  1. Il fondo del giurista Enrico Treo (sec. XVII), composto da 261 tra Cinquecentine e Seicentine, riguardanti il diritto e la storia civile ed ecclesiastica e 8 manoscritti contenenti testi giuridici e abbozzi di geografia e storia.
  2. Il fondo del canonico Biagio Masolini, vissuto tra la seconda metą del sec. XVII e il primo trentennio del secolo successivo, che ammonta a 123 testi di diritto canonico e storia.
  3. Il fondo di Pietro Braida (1751-1830), canonico di Udine e Bibliotecario Arcivescovile, costituito da 77 edizioni di testi teologici e liturgici. Si deve al canonico Braida il dono del rarissimo incunabolo: Breviarium Aquileiense, stampato a Venezia nel 1481.