Facebook  Twitter  Google + 

"Non più schiavi, ma fratelli"   versione testuale
Calendario 2015 di Luce e Vita. Un anno per meditare sul messaggio del Santo Padre Francesco per la 48^ Giornata Mondiale per la Pace

Il primo numero del settimanale diocesano “Luce e Vita? per l’ anno 2015, 91mo di edizione, esce trasformato in calendario! Una nuova esperienza editoriale per proporre il messaggio della 48^ Giornata Mondiale per la Pace di papa Francesco, pressoché integrale, suddiviso mese dopo mese, sui dodici fogli del calendario che mantiene la stessa dimensione e impostazione grafica dei normali numeri.

Oltre al testo del messaggio, riportato in alto a destra su due colonne, su ciascuna pagina è pubblicata una grande fotografia relativa ad eventi diocesani che cadono nel mese e uno slogan o spot relativo alle attività diocesane.

Il calendario mensile riporta poi, per ogni giorno, il Santo, la ricorrenza ecclesiale e gli appuntamenti pastorali della diocesi programmati fino a giugno/luglio, lasciando adeguato spazio per appuntare gli impegni personali.

Già presentata e apprezzata dal Vescovo don Gino e dall’intera redazione, ci auguriamo che questa novità sia accolta con favore dai lettori e magari susciti anche il desiderio di diffondere il giornale per la bontà dei suoi contenuti.

Avremmo voluto diffonderlo già dal giorno di Capodanno ma le condizioni meteorologiche non ci consentono di raggiungere le parrocchie né sarà possibile agli abbonati riceverlo per posta.

Provvederemo quanto prima e chi volesse più copie può richiederle in redazione.

“Regalati e regala un abbonamento a Luce e Vita: ogni settimana un regalo da sfogliare!?

Questo lo slogan della prima pagina. Perché, infatti, l’abbonamento al giornale al consente al lettore di ricevere settimanalmente un piccolo scrigno di idee, spunti, riflessioni, esperienze, meditazioni… da sfogliare e lasciarsi accompagnare lungo la settimana.

Con questi sentimenti e con l’augurio di essere discreti compagni di viaggio per il nuovo anno, Vi esprimiamo i più sinceri auguri!

 

Luigi Sparapano e gli Amici della redazione