Facebook  Twitter  Google + 

Ufficio Confraternite

Statuto delle Confraternite   versione testuale
Aggiornate le pagine web dell'ufficio con lo Statuto e l'elenco delle Confraternite in diocesi

Nella pagina dell'Ufficio Confraternite è stato pubblicato lo Statuto diocesano e l'elenco delle Confraternite presenti in diocesi con, ove disponibile, indicazione del sito web o pagina facebook attivata.

 

La Confraternita persegue fini di religione e di culto e non ha scopi di lucro.

In particolare essa ha come fini principali la santificazione dei confratelli, l'esercizio del culto pubblico e la promozione di opere di carità.

Per realizzare tali fini la Confraternita si propone di:

a) vivere la fraternità, la condivisione della fede e la testimonianza cristiana;

b) attuare un percorso formativo per tutti i confratelli, sotto la guida del Padre Spirituale, del Consiglio di Amministrazione e della Consulta, a livello umano, spirituale, associativo, ecclesiale, culturale, favorendo l'incontro tra le diverse generazioni;

c) promuovere lo spirito della liturgia, curando dignitosamente le celebrazioni e sostenendo il culto precipuo della chiesa ove ha sede;

d) favorire il volontariato e la solidarietà secondo quanto previsto dai singoli Regolamenti e anche in funzione delle necessità locali e delle nuove povertà;

e) vivere lo spirito cristiano della penitenza e del sacrificio;

f) collaborare per l'attuazione delle direttive pastorali del Vescovo e di quelle parrocchiali promuovendo anche attività di collaborazione con altre associazioni;

g) provvedere alla conservazione e manutenzione dei beni mobili ed immobili di proprietà della Confraternita.

(dall'art.2 dello Statuto)

 

Sommario dello Statuto:

 

TITOLO I. NATURA E FINALITA'

 

TITOLO II. I MEMBRI DELLA CONFRATERNITA

Capitolo I.        Ammissione e Dimissione dei Soci

Capitolo II.       Diritti e doveri dei confratelli effettivi

 

TITOLO III. GLI ORGANI ISTITUZIONALI DELLA CONFRATERNITA

Capitolo I.        L'Assemblea dei confratelli

Capitolo II.       Il Consiglio di amministrazione

Capitolo III.     Il Priore

Capitolo IV.      Il Segretario e l'Economo

Capitolo V.       L'Assistente ecclesiastico

Capitolo VI.      La Consulta

Capitolo VII.     Il Collegio dei Revisori dei conti

 

Titolo IV. NORME GENERALI E NORME TRANSITORIE

 

Vai al testo integrale