Lunedì 23 Maggio 2022 Liturgia di oggi
 Home » L'Arcidiocesi » Cronotassi dei Vescovi » S.E. Mons. Giuseppe Petralia » Instancabile missionario e difensore della verità 

Instancabile missionario e difensore della verità   versione testuale

Mons. Salvatore Russotto


Instancabile missionario e difensore della verità.
 
UOMO di PREGHIERA. Le sue azioni iniziavano e terminavano con la preghiera glorificando e lodando Dio e la Vergine Madre a cui era molto devoto.
 
UOMO di vasta cultura teologica, letteraria, poetica e filosofica.
 
UOMO di facile comunicazione, chiara semplice e comprensiva.
Questa figura gigantesca affondava le sue radici nelle varie virtù:
 
UMILTÀ, FEDELTÀ a Dio e alla Chiesa sua Sposa, e che anche lui voleva Una, Santa, Apostolica e non lacerata.
Soffriva tanto quanto serpeggiavano tensioni tra il Clero. Cercava sempre di tenere rapporti o verbali o epistolari pur di tenere unita la Chiesa. Nel giorno del 70° del suo Sacerdozio lo ha gridato fortemente: 'Io non ho mai tradito il Signore'.
 
POVERTÀ. È nato povero ed è morto povero, ha vissuto dignitosamente, tutti i suoi giorni.
 
ONESTÀ, capace di dialogare ed esprimere con certezza e fermezza la verità. Non lo sfiorava nemmeno il pensiero di distorcere o in
 
DISPONIBILITÀ: sempre pronto e premuroso nell'ascoltare e nel ricevere persone per la soluzione dei vari problemi.
 
AFFETTUOSITÀ: la sua timidezza poteva tradire questo aspetto della sua affettuosità e amabilità. Rispettava ed amava tutti allo stesso modo.
Il ricordo resta indelebile in me, arricchisce la mia esperienza pastorale, invitandomi a imitarne le virtù.
                                                                                    Mons. Salvatore Russotto
 
Copyright - 2008 - Arcidiocesi