BENEVENTO
    San Bartolomeo
   
    Home Diocesi » Campania » BENEVENTO » I santi della diocesi » San Bartolomeo 




 
San Bartolomeo
Apostolo, patrono principale dell'Arcidiocesi

Bartolomeo di Cana di Galilea è ricordato nei Vangeli come uno dei dodici apostoli. Otto secoli dopo aver subito il martirio in Armenia, secondo gli atti della traslazione, il suo corpo fu trasportato dapprima nell'isola di Lipari; di qui nell'838, fu traslato in Benevento e deposto nella chiesa cattedrale, in una cappella appositamente edificata dal principe Sicardo e dal vescovo Orso. I Beneventani ab immemorabili tributarono sempre un fervido culto a san Bartolomeo, patrono principale della città, e ripetutamente ne difesero il sacro deposito dalle mire usurpatrici di re e imperatori. In suo onore, fin dal 1112, essi vollero erigere una splendida basilica, contigua alla Cattedrale, che potè essere consacrata dall'arcivesco Arnaldo de Brussac solo due secoli dopo, il 25 agosto 1338.
Il tempio, meta di ininterrotti pellegrinaggi, fu completamente distrutto dai terremoti del 1698 e del 1702. La pietà dei Beneventani e soprattutto dell'arcivescovo Vincenzo M. Orsini, che nel 1698 aveva compiuto la ricognizione canonica delle reliquie, provvide ben presto ed edificare l'odierna basilica, nella quale ancor oggi riposano le sacre spoglie dell'Apostolo, in essa solennemente traslate l'8 maggio 1729 dallo stesso arcivescovo Orsini, divenuto, nel 1724, papa col nome di Benedetto XIII.