MASSA CARRARA - PONTREMOLI
    APPUNTAMENTI
   
    HOME > Appuntamenti




 
Giubileo della Misericordia in Diocesi
  Fonte: UFFICIO PER LE COMUNICAZIONI SOCIALI 13-DIC-15




GIUBILEO DELLA MISERICORDIA
"Misericordiosi come il Padre"

Dalla Porta Santa, un impegno per le comunità cristiane

 
 
«Vogliamo che sia un momento di grazia – così il Vescovo, mons. Giovanni Santucci, riferendosi al Giubileo - in cui ringraziamo il Signore per i doni della sua benevolenza, che risaltano nella storia e nella vita delle nostre comunità, vive e fedeli, sinceramente impegnate a custodire e testimoniare la fede». Per la diocesi apuana, domenica 13 dicembre si è aperta la Porta Santa, gesto straordinario, unico nella storia, che completa l’inizio del Giubileo della Misericordia, aperto da papa Francesco, lo scorso 8 dicembre nella Basilica di san Pietro.
Nella stessa celebrazione, inoltre, si è chiusa anche la Visita pastorale, progetto intrapreso nel gennaio del 2013, grazie al quale il Vescovo ha potuto farsi pellegrino nel territorio diocesano, per confortare nella fede e rimotivare le comunità parrocchiali nella speranza.
 
La celebrazione di domenica 13 ha visto la partecipazione straordinaria di migliaia di fedeli che hanno attraversato la Porta Santa della Cattedrale con fede e devozione. Al termine della S.Messa è stato consegnato ad ogni parrocchia un segno del Giubileo che per l’Anno della Misericordia verrà esposto, quale espressione di comunione. Per l’occasione, le celebrazioni vespertine nelle parrocchie sono state sospese, secondo il decreto vescovile promulgato.
 
Il Giubileo della Misericordia è il grande dono del Papa alla Chiesa universale. Sarà un anno in cui  i credenti sono invitati a sperimentare della misericordia di Dio Padre riversata su di tutti e a diventare “misericordiosi come il Padre”.  Avere misericordia significa infatti imitare il Signore che si china sulle povertà dell’uomo, guardare all’altro con cuore aperto, pronto al perdono. In questo senso, l’apertura e il passaggio attraverso la Porta Santa sarà un entrare nuovo nella Chiesa Madre, attraverso il Battesimo che rende nuove persone: sarà scoprire la vita nuova che l’incontro con il Signore Gesù dona, sarà ritrovarsi popolo di Dio, pietre vive dell’edificio spirituale che è la Chiesa.
 
Il Giubileo ha origine dalla tradizione ebraica che fissava ogni 50 anni un anno di riposo per la terra, la restituzione delle terre confiscate e la liberazione degli schiavi. Nella Chiesa cattolica è un periodo durante il quale il Papa concede l’indulgenza ai fedeli: si tratta un percorso che per iniziare richiede un passo, una soglia da attraversare, un impegno vissuto giorno dopo giorno. 
Il Giubileo permetterà infatti di ottenere l’indulgenza, cioè la remissione della pena temporale per i peccati, già “perdonati” da Dio attraverso la Confessione, tramite le consuete condizioni: accostarsi al sacramento della Confessione, compiere un pellegrinaggio in una delle grandi Basiliche giubilari, a Roma, oppure nelle Chiese designate dal Vescovo in ogni diocesi. Nel visitare queste Chiese si deve partecipare alla Messa, oppure ad un'altra preghiera concluse col "Padre nostro", la Professione di fede, la Preghiera a Maria: la preghiera va recitata secondo le intenzioni del Papa, a testimonianza di comunione con tutta la Chiesa. In terzo luogo, ci si deve impegnare in opere di carità e penitenza che esprimano la vera conversione del cuore.
Nel territorio diocesano le Chiese giubilari sono la Cattedrale a Massa e la Concattedrale a Pontremoli, dove è stata aperta la Porta Santa, nella domenica 20 dicembre. Inoltre il 26 dicembre, festa di S.Stefano una Porta Santa è stata aperta anche nella Casa di reclusione a Massa.
Infine nella domenica 13 novembre 2016 c'è stata la chiusura della Porta Santa nella Cattedrale e nella Concattedrale.



INFORMAZIONI UTILI:
Luogo dell'appuntamento:
-,-
Sito di riferimento:
non riportato

E-mail:
comunicazioni@massacarrara.chiesacattolica.it