BENEVENTO
    San Barbato
   
    Home Diocesi » Campania » BENEVENTO » I santi della diocesi » San Barbato 




 
San Barbato
Vescovo e patrono secondario dell'Arcidiocesi
 
Vissuto nel VII secolo, Barbaro fu il missionario della Longobardia meridionale: lavorando con zelo per la conversione del duca Romualdo e dei Longobardi beneventani, sradicò dai loro animi non poche superstizioni. Per inercessione della Vergine Maria, nel 663, scongiurò l'occupazione di Benevento, che era stata cinta d'assedio dall'imperatore Costante II. Con la sua elezione a vescovo della città, fu ripristinata la gerarchia episcopale, già interrotta per circa un secolo dai Longobardi invasori. Al suo zelo apostolico si deve anche l'istituzione del monastero femminile di San Pietro fuori le mura, che, edificato dalla pia duchessa Teodorada, fu la prima fondazione monastica a Benevento. Nel marzo del 680 partecipò al concilio romano, indetto da sant'Agatone, papa.
Secondo la tradizione, recepita dal martirologio romano, morì il 19 febbraio del 682. Si conservano nella Chiesa Cattedrale reliquie del santo Vescovo, che sin dal XII secolo fu ascritto fra i patronni minori della città.