Diocesi di GUBBIO
HOME > Documenti

S.E. Rev.ma Mons. MARIO CECCOBELLI - Varie ,

Lettera del Vescovo per l'Anno Santo



Carissimi,
questa non è la lettera pastorale - quella sarà pronta alla fine del mese - è invece una lettera diretta a tutti i fedeli della Diocesi per invitarli a prepararsi al grande appuntamento del Giubileo della Misericordia indetto da papa Francesco con la bolla Misericordiae Vultus.
A Roma il Papa aprirà la Porta Santa della Basilica di San Pietro il prossimo 8 dicembre; nelle diocesi italiane invece la porta del Giubileo sarà aperta una settimana dopo. Fin da ora convoco tutto il popolo di Dio che è nella Diocesi di Gubbio per il pomeriggio di domenica 13 dicembre, quando con un solenne rito apriremo la porta laterale (che si affaccia su Piazza Quaranta Martiri) di San Francesco, chiesa che dopo ampia consultazione, è stata scelta quale chiesa giubilare.
Il Papa desidera che questo Giubileo straordinario sia vissuto in ogni diocesi, infatti nella Bolla di indizione afferma: «Ogni Chiesa particolare sarà direttamente coinvolta a vivere questo Anno Santo come un momento straordinario di grazia e di rinnovamento spirituale.
Il Giubileo, pertanto, sarà celebrato a Roma così come nelle Chiese particolari quale segno visibile della comunione di tutta la Chiesa» (Misericordiae Vultus 3).
Nel contempo Papa Francesco ci esorta al rinnovamento spirituale e per questo ci suggerisce di tenere «lo sguardo fisso su Gesù, nel suo volto misericordioso possiamo cogliere l’amore della SS. Trinità. La missione che Gesù ha ricevuto dal Padre è stata quella di rivelare il mistero dell’amore divino nella sua pienezza. [...] Questo amore è ormai reso visibile e tangibile in tutta la vita di Gesù” (Misericordiae Vultus 8).
Auguro a tutti i fedeli della diocesi di attraversare la Porta Santa con il desiderio di guardare il volto di Gesù e di lasciarsi penetrare dal suo sguardo misericordioso per diventare capaci di donare misericordia ai fratelli, specialmente a quelli che ne hanno maggiore necessità.
Un gruppo guidato da Don Oliviero, parroco di Branca, sta già lavorando all’organizzazione di questo anno straordinario, ma saranno necessari altri volontari per accogliere i pellegrini del Giubileo ed aiutarli a percorrere un itinerario all’interno del chiostro piccolo di San Francesco.
Questa lettera, quindi, è un appello rivolto a tutti coloro che possono mettere a disposizione dell’Anno Santo un po’ del loro tempo.
Penso in modo particolare ai pensionati, che non avendo impegni lavorativi possono dedicarsi a questo prezioso servizio. Penso anche ai gruppi, movimenti e associazioni e a tutti gli uomini e le donne di buona volontà.
A partire da domenica 30 agosto e per le domeniche successive, invito tutti i parroci a far risuonare nelle assemblee liturgiche festive questo mio appello esortando i fedeli ad essere generosi e a non preoccuparsi delle competenze e del tempo che possono avere: anche un’ora alla settimana può essere preziosa!! Per essere il Volontario del Giubileo della Misericordia
è necessaria solo una cosa: il desiderio di mettersi al servizio per accogliere con gioia coloro che verranno per fare l’esperienza della Misericordia del Signore.
A chi risponderà a questa mia chiamata dò appuntamento per giovedì 17 settembre alle ore 21 nella Sala Refettorio di San Francesco.
Conoscendo la generosità del popolo eugubino, spero che molti risponderanno: li attendo numerosi all’incontro fissato.
Invocando la mediazione di Maria, la Madre di Gesù, di sant’Ubaldo, di san Francesco e dei Santi patroni delle nostre parrocchie, benedico tutti nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.
Gubbio, 21 agosto 2015
+ Mario, vescovo 



27/08/2015 S.E. Rev.ma Mons. MARIO CECCOBELLI - Varie