Lunedì 20 Novembre 2017
 HOME » evidenze » Crisi economica 

Progetto Insieme Onlus   versione testuale

Un supporto alle famiglie in difficoltà economica


L'Associazione Progetto Insieme Onlus è nata nel 2009 con lo scopo di aiutare le famiglie in difficoltà economica a causa di sovra-indebitamento, di usura, della drastica riduzione delle entrate familiari per effetto dell'attuale crisi economica oltre a sostenere comunque i soggetti non bancabili o difficilmente bancabili. Tutto ciò nella logica francescana che già sul finire del XIV secolo sosteneva che “l’elemosina aiuta a sopravvivere, ma non a vivere, perché vivere è produrre e l’elemosina non aiuta a produrre”.

  

In che cosa consiste il progetto?
 
 
Progetto Insieme è lo strumento di cui si è dotata la Chiesa modenese per aiutare le famiglie, in questo momento di crisi. Dalla sua nascita è in continua crescita grazie al contributo dei tanti volontari che esprimono il meglio delle loro competenze, lavorative e religiose.
Riassumiamo in due righe cos'è al momento Progetto Insieme e i maggiori punti di forza. Fin dalla sua nascita il progetto si è collocato fra Milano e Roma, non solo geograficamente ma come intenti, in quanto abbiamo dato indicazione alle parrocchie di costituire un fondo parrocchiale "da offerta"
(come mons. Tettamanzi) mentre in diocesi ci siamo preoccupati di costituire un fondo diocesano per concedere prestiti (CEI con il Prestito della Speranza). La gestione dei due fondi è affidata a delle commissioni, una parrocchiale (offerte fino a euro 2.000) e una diocesana per le erogazioni dei finanziamenti da euro 2000 a euro 15000, collegate al fondo di garanzia diocesano (in collaborazione con il BPV-BSGSP).
Le commissioni hanno il vantaggio di prendere decisioni impersonali: valutano infatti i casi senza conoscere i nomi degli interessati, per cui non possono essere accusate di favoritismi o parzialità; le decisioni prese sin questo modo sono più democratiche e obiettive (in quanto le commissioni sono composte da tecnici del credito, sacerdoti e nominativi dei centri di ascolto).
Il punto che però riteniamo di maggior forza di "Progetto Insieme" è la consulenza che riesce a dare la commissione diocesana (come accade solo presso la Caritas di Bolzano) a quella che oggi sta diventando la maggiore necessità, ovvero il sovra-indebitamento.
L'iter operativo prevede che tutte le pratiche non evase secondo le modalità indicate (vedi schema allegato) siano inoltrate alla Caritas Diocesana  (presso la Curia Arcivescovile di via S. Eufemia) la quale provvederà poi a passarle alla commissione diocesana di "Progetto Insieme".
Opera della commissione è quella di affiancarsi ed assistere l'assistito; una delle molteplici attività svolte è quella di fare da intermediari per rinegoziare (o chiudere a saldo/stralcio) il debito contratto presso le terribili finanziarie.
Stiamo creando un vero e proprio ufficio legale con neo-laureati e due professionisti esterni (un penalista e un civilista) che ci offrono appoggio. Stiamo inoltre creando collaborazioni per trattare il debito con le aziende che forniscono le utenze.
Sotto il profilo morale/sociale e cristiano, noi sosteniamo che, se la Chiesa si è messa in campo con una carità fatta non solo di "pane" ma anche di "denaro", lo deve fare affiancando assolutamente sempre anche un' opera moralizzatrice.
Questa crisi è nata per ragioni etico/morali, con la logica del "tutto e subito", per cui debiti, debiti e debiti... Noi possiamo solo intervenire affiancando all'aiuto economico o di consulenza, sani "stili di vita" e principi di essenzialità. Se diamo solo denaro non facciamo altro che proseguire quanto fatto fino ad oggi dal sistema che ha creato questa crisi.
Per questo i nostri aiuti vogliono sempre l'interessamento del centro di ascolto alla famiglia e la presenza di un tutor. Ci stiamo attivando anche per la creazione e il finanziamento di nuove piccole imprese.
Abbiamo costituto anche "Progetto Insieme Onlus" per la raccolta di fondi da aziende, enti e privati nonché del 5 x mille (faremo pubblicità nelle parrocchie, commercialisti, filiali della banca') al fine di essere autonomi economicamente per coprire le spese d'ufficio (mediamente ogni assistito indebitato costa di pratiche circa Euro70 fra raccomandate e telefonate ' fino ad oggi pagate dai volontari). Il nostro intento è quello di poter, presto (raccolta fondi permettendo), concedere noi i finanziamenti, seguendo l'esempio della Caritas di Bolzano.
 
 
Progetto Insieme
Commissione diocesana di consulenza finanziaria
Centro Famiglia di Nazareth - Via Formigina 319  41126  MODENA
E-mail: progettoinsieme@modena.chiesacattolica.it
Sito web: www.progettoinsiemeonlus.it
Tel./Fax 059365616  - Cell. 3921652145 ' 3921480359
Orari Ufficio: dalle ore 10 alle 12 di Martedì ' Giovedì ' Sabato
CF. 94153440360
IT06T05188129000000000700000
IT06-T-05188-12900-000000700000
 


 

 

 

 

In allegato alla pagina: i moduli per la richiesta, le linee  guida ed i suggerimenti operativi