BERGAMO
    Patronato san Vincenzo
   
    BERGAMO » Diocesi » Altri enti » Patronato s. Vincenzo 




 

 

(FONDATORE: Don Giuseppe Vavassori)

"La finalità essenziale del Patronato S. Vincenzo è quella di aiutare ed educare, nella misura del possibile, fidando nella Provvidenza Divina, gli "ultimi" e i "nuovi Poveri", i quali non mancano anche nella società moderna, pur con tutte le sue istituzioni di assistenza. Trova qui una conferma la Parola di Gesù: "I poveri li avrete sempre con voi" (Gv. 12,8). (Dalle Costituzioni, cap. III)

FINALITÀ

L'istituzione di centri di primo ascolto, per accogliere i bisognosi ed aiutarli, soprattutto avviandoli alle istituzioni proprie o altrui, pubbliche o private, confacenti al loro caso.

L'istituzione dei centri di aiuto per:

  • ragazzi appartenenti a famiglie in difficoltà o inesistenti;

  • adolescenti affidati al tribunale;

  • giovani a disagio, lontani dalla loro casa per motivi di studio o di lavoro;

  • i senza domicilio, i nomadi, i carcerati ed ex carcerati, i tossicodipendenti, gli alcolizzati, gli immigrati, specialmente gli extra-comunitari e i terzomondiali;

  • i malati di AIDS, soprattutto nella fase terminale, con prevalente attenzione alle fasce giovanili;

L'attenzione del Patronato S. Vincenzo è rivolta non solo alla assistenza o ad un aiuto temporaneo, ma ha come scopo prevalente la educazione e la soluzione definitiva del loro problema.

La Chiesa diocesana e il suo presbiterio devono sentire il Patronato come una espressione generosa della loro attenzione ai poveri.

 

PATRONATO DI BERGAMO

(Via M. Gavazzeni, 3 - 24125 Bergamo - tel. 035/4598111 - fax 4598126)

ATTIVITÀ

  • Comunità residenziale (studenti, operai, parenti di ammalati, terzomondiali, prima accoglienza).
  • Corsi professionali (Tipografi, Elettricisti, Radio TV, Meccanici generici e d'auto, officina per falegnami e per saldatori).
  • Sezione staccata dell'Esperia.

CASA DEL GIOVANE

(Via M. Gavazzeni, 13 - 24125 Bergamo - tel. 035/4598200 - fax 4598201)

patronato.jpg (22450 byte)

ATTIVITÀ

  • Accoglienza per giovani (spesso in situazioni di particolare disagio; un buon lavoro di educazione morale e religiosa);
  • Accoglienza ai giovani giocatori dell'Atalanta (educazione e formazione culturale, morale e religiosa);
  • Accoglienza per i parenti di degenti in Clinica Gavazzeni;
  • Mensa per studenti e luoghi di studio e di tempo libero in attesa di riprendere le lezioni pomeridiane;
  • Formazione di personale consacrato;
  • Ritiri spirituali;
  • Attività congressuali di vario genere, in particolare di carattere pastorale: gruppi articolati dal socio-politico allo spettacolo, allo sportivo, al culturale, al pastorale (Scuola della Parola, aggiornamento del clero, pastorale scolastica, adolescenza, animatori di oratorio, pastorale familiare, Consulta Regionale della famiglia e degli oratori, pastorale della sanità, cappellani, aggiornamento per medici e infermieri).

CONVENTINO

conventino.jpg (20034 byte)

(Via M. Gavazzeni, 11 - 24125 Bergamo - tel. 035/4598300)

  • Casa di accoglienza per sacerdoti in pensione o aventi incarico nella città di Bergamo.
  • Pinacoteca
  • Sale per convegni

CENTRO PSICOSOCIALE "IL CONVENTINO"

(Via Gavazzeni, 9 - 24125 Bergamo - tel. 035/4598300)

  • "Il Conventino" è nato nel 1972 nella sede di un antico convento per iniziativa di alcune persone, desiderose di offrire un valido appoggio ai più svariati problemi dell'individuo e della famiglia. Da allora molte mete sono state raggiunte ed oggi il Centro Psico Sociale "Il Conventino" può definirsi una valida struttura di interesse sociale.
  • "Il Conventino" fa parte delle attività del Patronato San Vincenzo fondato da don Bepo Vavassori.
  • I servizi offerti sono : psicodiagnosi, psicoterapie, psicologia scolastica, orientamento scolastico e professionale, psicologia del lavoro, adozioni internazionali (Il Conventino è autorizzato dai Ministri degli Affari Esteri e di Grazia e Giustizia ai sensi della legge N. 184/83 a svolgere pratiche di adozioni internazionali).
  • I problemi affrontati sono: ansie, fobie, ossessioni, depressioni, anoressie e bulimie, crisi di identità, psichiatrici, medici, sessuologici, educativi, scolastici, di lavoro, di coppia, di relazione, di adozione.

Per mettersi in contatto

Il Centro psico-sociale "Il Conventino" è aperto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 18.30, escluso il Giovedì mattino e il Sabato pomeriggio.

La segreteria è a disposizione per informazioni e per gli appuntamenti, anche telefonicamente al n. 035/4598300. L'ingresso è da Via Conventino, 8.

 

LE SEDI FUORI CITTA'

PATRONATO DI SORISOLE
(Via Madonna dei Campi, 3 - 24010 Sorisole - tel. 035/571515)

Si articola in tre Comunità:

  • VILLAGGIO S. RAFFAELE Accoglie minori dai 6 ai 14 anni (situazioni di disagio per carenze familiari, abbandoni, violenze); gruppi dai 3 ai 5 bambini, con educatore e volontari di sostegno.
  • LA COMUNITÀ ADOLESCENTI Tra i 14 e i 16 anni: vivono in tre appartamenti, con educatore, volontari ed obiettore di coscienza. Le situazioni socio-familiari sono pluriproblematiche con gravi squilibri dei rapporti familiari; mancata scolarizzazione, per cui è necessario un percorso di studio personalizzato per la licenza media.
  • LA COMUNITÀ DON LORENZO MILANI Ospita minori e giovani tra i 16 e i 18 anni ed oltre. Alcuni hanno vissuto gravi situazioni di disattamento con manifestazioni di devianza; altri provengono dal circuito penale e sono in comunità per disposizione della magistratura.
  •  
    Emergenza strada: sta impegnando la Comunità per un aiuto di prime necessità ed anche per una prima accoglienza.
     
     
    PATRONATO DI SANREMO
    (Via Panizzi, 57 - 18038 Sanremo - tel. 0184/666264)
     
    ATTIVITÀ
  • Accoglienza agli Ultimi Scuola media statale
  • Servizio handicappati
  • Accoglienza per soggiorno marino
  •  
     
    ENDINE
    (Piazza Felice, 3 - 24060 Endine - tel. 035/825091)
     
    ATTIVITÀ
  • Accoglienza terzomondiali
  • Prima accoglienza persone a rischio
  • Iniziative vicariali
  • Soggiorno estivo (campi adolescenti)
  • Accoglienza diurna per anziani
  •  
     
    SANTA BRIGIDA
    (Via dei Pascoli, 2 - 24010 Santa Brigida - tel. 0345/88032 - 035/4598111)
     
    ATTIVITÀ
  • Residenza estiva per giovani (ex allievi')
  • Gruppi parrocchiali per giornate di studio o campi estivi con possibilità di dare ospitalità fino a 200 persone.
  •  
     
    OPERA BONOMELLI - ALBERGO POPOLARE
    (Via Carnovali, 95 - 24126 Bergamo - tel. 035/319800)
    Frutto di una convenzione del Comune di Bergamo col Patronato S. Vincenzo.
     
    ATTIVITÀ
  • Assistenza, opera di prevenzione e di recupero per soggetti a gravi rischi.
  • Ospiti n. 80 (tossicodipendenti, alcolisti in trattamento, anziani, persone con disago psichico, persone con disagio vario, extracomunitari).
  • Tra le attività: un laboratorio che occupa una ventina di ospiti.
  •  
     
    COMUNITA' "AGRO DI SOPRA"
    (Via Correnti, 26 - 24124 Bergamo - tel. 035/340506)
     
    ATTIVITÀ
  •  Accoglie in forma residenziale giovani tossicodipendenti (dal 1979).
  • Presenze solo maschili di tossico dai 24 ai 36 anni (n. 8).
  • Attività lavorativa: coltivazione orticola e foraggera, allevamento bestiame e lavori domestici.
  •  
     
    PATRONATO DI CLUSONE
    (Via S. Lucio, 21/23 - 24023 Clusone - tel. 0346/21131)
     
    ATTIVITÀ
  • Centro di formazione professionale per meccanici e motoristi;
  • Corsi di riqualificazione di cassa-integrati;
  • Centro di formazione professionale per handicappati;
  • Servizio religioso - Chiesa di S. Pietro apostolo;
  • Periodo estivo: ospitalità a gruppi vari, in particolare ad oratori.
  •  
     
    PATRONATO DI SAN PAOLO D'ARGON
    (Via del Convento - 24060 S.Paolo d'Argon - tel. 035/958050)
     
    ATTIVITÀ
  • Oasi dello Spirito, esercizi spirituali, ritiri, incontri formativi, vicariato;
  • Formazione, animazione, spiritualità di gruppi sia di Bergamo che di altre diocesi;
  • Nella ex casa rurale Day-Ospital per 10 portatori di handicap psichico.

 

LA STORIA DEL PATRONATO

- Il 14 Ottobre 1927 dal chiostro del Carmine in Città Alta il Patronato si trasferisce in via Conventino (ora via Gavazzeni). È la seconda Domenica di Ottobre, festa della Maternità di Maria.

- All'inizio dell'estate 1928 Don Bepo prende in affdonbepo.jpg (15293 byte)itto una grande casa a fianco dell'antica Chiesa parrocchiale di Santa Brigida. Tale casa verrà poi acquistata con un prestito del Signor Ernesto Berner. Ha inizio così la colonia montana.

- Il 4 Ottobre 1935, giorno dedicato a San Francesco d'Assisi, un gruppetto di bambini entra col chiassoso vocìo tra le solenni e gravi arcate del Convento di San Paolo d'Argon.

- Il 2 Ottobre, festa degli Angeli Custodi, arrivano i primi ragazzi nella casa di Endine Gaiano. Nel 1944 le Figlie del Sacro Cuore, in occasione della beatificazione della loro fondatrice, donano al Patronato la casa di Endine Gaiano.

- Nel Luglio del 1946 si apre la colonia "Regina Pacis" a Sanremo.

- Nel Giugno del 1948 si apre la Casa della Madonna dei Campi di Stezzano; casa di formazione sostituita poi con quella di Sorisole.

- Ai primi di febbraio del 1949 si aprono a Sanremo le scuole-officina.

- L'8 Ottobre 1952 si apre la Casa di Clusone.

- Nel 1954 il Patronato riceve dall'Opera Pia Zilioli la Casa di Nembro per i piccolissimi, trasferiti poi al Villaggio San Raffaele di Sorisole.

- Nel 1955 inizia alla Grumellina il 1° Villaggio degli Sposi.

- Il 24 Ottobre 1956, giorno allora dedicato a San Raffaele Arcangelo, si apre la Casa di Romano Lombardo.

- Nel 1958 Don Bepo acquista in Sorisole la proprietà su cui verrà costruita la Casa di Formazione.

- Il 21 Marzo 1959 si chiuderà la Casa della Madonna dei Campi di Stezzano per trasferirsi alla Madonna dei Campi di Sorisole.

- Nel 1962 si costruisce a Sorisole il Villaggio San Raffaele per i più piccoli.

- A fine Novembre del 1964 a Sanremo ci si trasferirà nella nuova casa.

- Nel 1965 i bambini di Nembro si trasferiranno nel Villaggio del Fanciullo di Sorisole.

- Nell'Ottobre dell 1965 si chiuderà la casa di Romano Lombardo perché troppo vecchia e cadente.

- Nel 1965 inizia un secondo Villaggio degli Sposi a Sorisole.

- Nel 1966 il Patronato intraprende un'attività missionaria in Bolivia. Il 31 Luglio Don Antonio Berta assume la direzione della Chiudad del Niño di la Paz.

- Nel 1967 si acquita il Conventino.

- L'1 Giugno 1968 raddoppia l'area della sede centrale di Bergamo con l'acquisto del terreno della confinante Industria Refrattaria; vi prende posto, primo fra tutti, un bel campo da calcio e successivamente un campo da tennis, oltre a tante, tante piante.

- Nel 1968, in occasione dell'ottantesimo compleanno, Don Bepo si reca in Bolivia per la fondazione di un nuovo Villaggio del Fanciullo nella città della Cochabamba.

- Nel Dicembre del 1969 inizia l'attività del Conventino con un esercizio editoriale per la diffusione della stampa qualificata.

- Nell'Ottobre del 1971 inizia ad operare il servizio psico-medico-pedagogico del Conventino.

- Nel Dicembre del 1971 si inaugura la Chiudad del Niño di Cochabamba.

- Sempre nel 1971 cominciano i lavori della Casa del Giovane di via Gavazzeni.

- A metà Ottobre del 1973 incomincia a funzionare la Casa del Giovane.

- Nel 1974 si assume la parrocchia di Sacaba in Bolivia.

- Il 5 febbraio 1975 ci lascia il nostro Fondatore Don Bepo, ci lascia per la patria Celeste: ci restano le sue opere, il suo insegnamento, il suo esempio.

- Il 28 Aprile 1975 il Patronato accetta la Direzione e la ristrutturazione dell'albergo Popolare (ex Bonomelli).

- Nel 1976 in Bolivia si apre la Chiudad de la Niña.

- Nel 1978 inizia a S.Paolo d'Argon la sua attività il Centro di Spiritualità "Don Bepo", Oasi dello Spirito Fondazione T. Legrenzi.

- Nel 1982 viene fondata presso la sede centrale l'opera O.S.A.ME (Opera Sociale Assistenza ai Meridionali),fondazione Dott. Luca Crispino.

- Nel 1982 terminano i lavori di ristrutturazione del Nuovo Albergo Popolare.

- Nel Dicembre del 1982 nella parte centrale del "Conventino" trova la sua adeguata collocazione "IL NEGRI-Bergamo", Istituto per ricerche Farmacologiche.

- Nel 1995 viene inaugurata la Casa Betania, a 20 anni dalla morte di Don Bepo, per l'assistenza ai portatori di handicap.

- Nell'Ottobre 1996 inizia la sua attività la "Comunità Kairos", collocata nella zona ala "Balzer", per il recupero di ragazze di strada.

- Nel Gennaio 1997 viene aperta l'"Oasi Gerico" per i malati di AIDS e sieropositivi.