Martedì 25 Aprile - San Marco, Evangelista -
Contatti

Economo
don Raffaele ROFFINO
Uff. Amministrativo
dott. Paolo CHIABOTTI


Tel. 0125.641138
Fax 0125.40296
 
Vademecum
Straordinaria Amministrazione
Richieste Contributi
Rendiconto Amministrativo Parrocchiale
Costituzione C.P.A.E.
MODULO 1   lavori beni vincolati
PDF     DOC

MODULO 2   lavori beni non vincolati
PDF     DOC

MODULO 3   vendita beni vincolati
PDF     DOC

MODULO 4   vendita beni non vincolati
PDF     DOC

MODULO 5   vendita terreni
PDF     DOC

MODULO 6   debiti bancari
PDF     DOC

MODULO 7   contratti affitto o comodato
PDF     DOC

MODULO 8   accettazione eredità
PDF     DOC

MODULO 9   quadro riepilogativo piano finanziario
PDF     DOC

MODULO 10  interesse acquisto immobili vincolati
PDF     DOC

MODULO 11  interesse acquisto immobili non vincolati
PDF     DOC

MODULO 12  interesse acquisto terreni
PDF     DOC  
 
MODULO 13  domanda contributo 8xmille parrocchie
PDF     DOC                          

MODULO 15  dichiarazione inizio lavori
PDF     DOC                            
 
MODULO 16  membri CPAE
PDF                             
 
MODULO  rendiconto amministrativo parrocchiale
PDF compilabile       PDF normale                               

 


Presentazione


L’Ufficio dell’Economato Diocesano si occupa degli aspetti economici della Diocesi di Ivrea e degli altri enti ecclesiastici soggetti al Vescovo di Ivrea che costituiscono uno strumento a servizio della pastorale, secondo quanto previsto dalla normativa canonica vigente.

Suo scopo è quello di  coadiuvare il Vescovo per tutto quanto concerne l’amministrazione dei beni appartenenti alle persone giuridiche pubbliche a lui soggette, in rapporto diretto con il Consiglio Diocesano per gli Affari Economici (CDAE) e il Collegio dei Consultori.

In particolare, spetta all’Economato, con la collaborazione dell’Ufficio Amministrativo Diocesano e dell’Ufficio Tecnico Diocesano:

  1. prestare consulenza agli amministratori sia di carattere generale, sia per i singoli atti;

  2. vigilare sull’amministrazione ordinaria e straordinaria (cf can. 1276, § 1);

  3. provvedere ad istruire le pratiche relative alle autorizzazioni di competenza del Vescovo o dell’Ordinario diocesano e alla predisposizione dei relativi decreti.

 
1. Attività di consulenza

  • svolgere opera di consulenza giuridico-amministrativa per gli amministratori dei vari Enti, fornendo la necessaria assistenza nella predisposizione degli strumenti contrattuali più adeguati alle varie fattispecie;

  • prestare opera di consulenza di carattere tecnico, per quanto concerne le nuove costruzioni e gli interventi di manutenzione straordinaria sul patrimonio immobiliare esistente; in particolare: valutare i progetti di massima e i progetti esecutivi degli interventi da realizzare, esaminare la congruità dei costi relativi e verificare la corretta esecuzione delle opere;

  • fornire al Consiglio Diocesano per gli Affari Economici e al Collegio dei Consultori, gli elementi necessari, di natura tecnica, giuridica, economica e pastorale, per la valutazione di competenza.

 
2. Attività di vigilanza e controllo

  • conoscere il patrimonio immobiliare di tutte le persone giuridiche pubbliche soggette al Vescovo, redigendone e aggiornandone lo stato patrimoniale, sia per quanto concerne gli immobili di proprietà, sia per quelli comunque a disposizione dei singoli enti, con attenzione anche all’utilizzo dei diversi immobili;

  • vigilare sul predetto patrimonio, suggerendo agli amministratori degli enti eventuali interventidi manutenzione, di trasformazione o costruzione, di utilizzo;

  • avere particolare attenzione alle problematiche assicurative, verificando la corretta e soddisfacente copertura assicurativa dei diversi enti e fornendo consulenza in merito;

  • ricevere ed esaminare i rendiconti annuali degli enti, redatti su schemi predisposti dallo stesso ufficio; prestare assistenza per la loro redazione, dando indicazioni sugli adempimenti contabili di competenza di parrocchie ed enti; fornire osservazioni e suggerimenti agli amministratori a partire dai dati dei rendiconti, in materia giuridica, fiscale, economica; sottoporre al CDAE e alle autorità competenti i dati sintetici dei rendiconti e, su richiesta, i singoli rendiconti;

  • provvedere al passaggio delle consegne tra titolari e amministratori degli enti, fornendo loro tutti i dati e provvedendo alla consegna e all’aggiornamento dell’inventario dei beni (cf can. 1283);

  • attuare verifiche presso gli enti in occasione dei trasferimenti dei titolari e di cambio degli amministratori e delle visite pastorali.


3. Attività istruttoria degli atti autorizzativi

  • istruire le pratiche relative all’autorizzazione degli atti di straordinaria amministrazione di qualsiasi tipo, sia sotto il profilo canonico, sia sotto quello civile (quando richiesto);

  • ottenere i prescritti pareri da parte degli Organismi di Curia;

  • predisporre, in collaborazione con la Cancelleria vescovile, i decreti autorizzativi dell’Ordinario diocesano di natura amministrativa.