Mercoledì 13 Dicembre - Santa Lucia -

L'INIZIATIVA PROMOSSA DAL VESCOVO
 
 
 “C’è bisogno di preghiera per essere fedeli: preti fedeli, laici fedeli; e per comunicare la fede e con essa la novità della vita. Conoscete, probabilmente, quello che si chiama “monastero invisibile”: una forma di comunione orante tra credenti di diverse età e di diversi luoghi.
Di qui, sotto il Cuore della Madre, io lancio a tutti voi la proposta di costituire un “monastero invisibile” della diocesi, chiedendovi di farne parte e di farvi portatori ad altri di questa iniziativa di preghiera quotidiana che può essere compiuta, per chi non può far di più, anche solo con un’Ave Maria ogni giorno per tre intenzioni per le quali prega questo “monastero” senza mura, che è la comunione dei cuori: 1) le vocazioni sacerdotali e religiose, 2) le giovani generazioni, 3) il rinnovato slancio missionario dei pastori e dei fedeli.  Io confido, carissimi, che ognuno di voi voglia far parte di questa catena di preghiera, non istituzionalizzata, semplice, umile, della quale già ho chiamato a far parte anche alcuni monasteri di claustrali, che mi hanno assicurato la loro partecipazione.
Sono certo che ci saranno frutti belli e abbondanti, poiché il Signore lo ha promesso a chi prega.”
 
Mons. Edoardo Aldo Cerrato
Omelia della S. Messa nel Santuario di N. S. di Oropa
Pellegrinaggio Diocesano, 9 agosto 2014


 
PREGHIERA
 
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
 
Ti adoro, Trinità santissima, unico Dio
alla cui presenza mi prostro dentro a questo “monastero”,
invisibile ai nostri occhi ma ben visibile ai Tuoi
perché comunione di cuori da cui sale la preghiera
che chiede per la Chiesa che è in Ivrea
il dono di vocazioni sacerdotali e religiose,
il rinnovato slancio missionario dei pastori e dei fedeli,
la grazia che le giovani generazioni, nostro futuro,
trovino alimento, per la loro crescita,
in famiglie cristiane e in comunità ecclesiali vive
e capaci di generare alla fede.
Donaci, o Padre, la grazia di una rinnovata giovinezza spirituale
nella fedeltà a Gesù Cristo nostro Salvatore.
Donaci, Signore Gesù, di attingere alle ricchezze del Tuo Cuore
per essere Tuoi discepoli nell’amore alla Verità,
nell’impegno di comunione ecclesiale,
nell’umiltà e nella carità sincera.
Donaci, divino Spirito, uno sguardo limpido
su noi stessi e sulle situazioni,
l’apertura del cuore e della mente
alle vere necessità dell’uomo e della società del nostro tempo.
Con gli Angeli e i nostri Santi,
intercedi per noi, o Vergine Maria, Madre della Chiesa,
Patrona della nostra diocesi.

Amen.

 

INFORMAZIONI

Che cos’è il nostro monastero invisibile?
È un gruppo di persone, sparse nel territorio della nostra diocesi, che si impegnano tutti i giorni a pregare per le intenzioni proposte:
1) per il Papa e il Vescovo,
2) le vocazioni sacerdotali e religiose,
3) le giovani generazioni,
4) il rinnovato slancio missionario dei pastori e dei fedeli.
Ognuno può pregare come, quando e dove vuole, anche in casa propria, di giorno o di notte. In questo modo tutti possono essere partecipanti attivi.
 
Dove si prega con fervore, fioriscono vocazioni.
Il “Monastero invisibile” vuole anche essere una risposta comunitaria al comando del Signore: “pregate il padrone della messe, perché mandi operai per la sua messe” (Lc 10, 2). Quella di avere vocazioni che siano una adesione profonda e sincera alla chiamata del Signore è un bisogno di tutta la Chiesa.  Penso all’urgenza di avere vocazioni presbiterali, ma non solo.
Il “Monastero invisibile” vuole esprimere la fiducia incondizionata nella preghiera che il Signore stesso ha sempre vissuto nella sua vita, soprattutto nei momenti più difficili e dolorosi. Nell’ultima cena, nel Getsemani e sulla croce, Gesù ha sempre pregato, certo dell’esaudimento del Padre. Così anche noi, in questo tempo, vogliamo vivere una preghiera povera, umile, fiduciosa e perseverante, certi della risposta del Signore.
 
Perché compilare il modulo di adesione?
Viene chiesto di segnalare  la propria disponibilità compilando un modulo di adesione, per capire su quante preghiere possiamo contare ogni giorno!
 
don Valerio D’Amico
Delegato vescovile per il Monastero invisibile


 

INDICAZIONI PRATICHE
 
Come aderire al “Monastero invisibile”.
Per aderire è sufficiente compilare l’apposita scheda predisposta dalla Diocesi. Le schede possono essere ritirate presso la propria Parrocchia oppure direttamente in Curia.  Una volta compilato l’apposito tagliando in esse contenuto, va riconsegnato in Parrocchia o presso la Curia Vescovile.
A tutti gli iscritti sarà inviato un piccolo opuscolo utile per la preghiera personale.
 
Che cosa prevede l’adesione al “Monastero invisibile”.
L’adesione prevede l’impegno di un momento di preghiera quotidiano, secondo le intenzioni proposte dal Vescovo, riportate sul cartoncino.
 
Come e quando pregare.
La modalità della preghiera potrà essere scelta liberamente da ciascuno: Adorazione Eucaristica; Rosario; recita dei Salmi; recita delle preghiere della tradizione; altre forme a scelta. La forma minima e comune a tutti sarà la formula preparata dal Vescovo e riportata sul cartoncino.
Dove e quando ci sia la possibilità, è bene vivere la propria preghiera quotidiana in Chiesa; qualunque luogo e momento potrà comunque essere idoneo.


 
Curia Vescovile di Ivrea
"Monastero Invisibile"
Piazza Castello n. 3 - 10015 Ivrea (To)