LITURGIA

Ufficio Liturgico Diocesano

ANNO SACERDOTALE
ANNO PAOLINO
SPECIALE SALMI
UFFICIO LITURGICO DIOCESANO
Direttore: Don Luca Baraldi
 
La Cena di Emmaus (particolare) - Chiesa della Sagra, Carpi
'La liturgia, mediante la quale, specialmente nel divino sacrificio dell'eucaristia, « si attua l'opera della nostra redenzione», contribuisce in sommo grado a che i fedeli esprimano nella loro vita e manifestino agli altri il mistero di Cristo e la genuina natura della vera Chiesa.

In tal modo la liturgia, mentre ogni giorno edifica quelli che sono nella Chiesa per farne un tempio santo nel Signore, un'abitazione di Dio nello Spirito, fino a raggiungere la misura della pienezza di Cristo , nello stesso tempo e in modo mirabile fortifica le loro energie perché possano predicare il Cristo.' (S.C. 1-2)

La Commissione Liturgica Diocesana, che il Vescovo ha costituito, è chiamata  ad essere un organismo di servizio, dal quale le persone e le comunità che formano il popolo santo di Dio che è in Carpi, possano ricevere aiuti validi e concreti per vivere la liturgia come fonte e culmine della loro esistenza, e dunque per riscoprire, a partire da essa, il dono di Dio che è stato posto in loro.

Tale compito lo si può realizzare solo nella misura in cui ciascuno dei fedeli matura un sempre maggiore consapevolezza e conoscenza del Mistero celebrato e si lascia coinvolgere in prima persona nell'azione liturgica stessa: è per questo che al centro della riflessione della commissione sarà il tema della partecipazione attiva, piena e consapevole dei fedeli alla liturgia.

'Lo zelo per la promozione e il rinnovamento della liturgia è giustamente considerato come un segno dei provvidenziali disegni di Dio sul nostro tempo' (S.C.43); chiediamo che sia Lui stesso con la sua Sapienza ad ispirare il nostro servizio e a dirigerlo.

Vedi il programma
Eucarestia e cammini di fede oggi
 
SABATO 25 GIUGNO
Chiesa di Sant'Ignazio Carpi
 

Durante la predicazione di Gesù, la malattia ha goduto di un'attenzione particolare". Così si è espresso Monsignor Elio Tinti, accompagnato da don Luca Baraldi, direttore dell'Ufficio liturgico diocesano, parlando ai ministri straordinari della Comunione prima di dare loro il mandato. "Gesù si è interessato, si è preso cura dei malati ' ha spiegato il Vescovo ', rendendosi Egli stesso in tutto simile a loro. «Ero malato e mi avete visitato», è questo il Gesù che l'evangelista Matteo ci tramanda. Egli per primo ha portato consolazione e ha guarito attraverso i miracoli e ha poi inviato i suoi discepoli e la Chiesa tutta a continuare ciò che Lui ha iniziato, fino ad arrivare a noi che dobbiamo fare la nostra parte". L'intervento di monsignor Tinti ha sviluppato il tema della malattia attraverso numerose citazioni dai vangeli e la loro declinazione nella vita quotidiana. I ministri straordinari della Comunione sono inviati dal vescovo e dal parroco a portare l'Eucaristia a chi non può recarsi in chiesa ed entrano perciò costantemente in contatto con la realtà della malattia, avvicinando per vocazione il mistero della morte. "La malattia come la morte non appartengono al progetto originario di Dio ' ha specificato monsignor Tinti ', ma derivano dal peccato dei primi uomini; non sono in relazione diretta con il peccato, ma sono utili alla manifestazione delle opere di Dio (Gv 9, 2-3)". La chiave di lettura che monsignor Tinti ha offerto ai presenti rivaluta la malattia, che, alla presenza di Gesù diventa "un modo per dare al mondo salvezza e grazia. Ha valore redentivo: la preghiera di tanti ammalati che ogni giorno offrono le proprie sofferenze al Signore si innesta nella realizzazione della salvezza che Gesù stesso ha cominciato morendo sulla croce". Chi entra nella casa di un ammalato portando Cristo, deve essere consapevole del potere immenso che ha tra le mani, ma allo stesso tempo disponibile ad accogliere la luce che la sofferenza irradia. Questo hanno confermato anche le numerose testimonianze portate dai ministri presenti. La ricchezza di questo servizio non riguarda però solo il singolo, ma è un fatto comunitario. "Il mandato vi ricordi che svolgete un servizio per la Chiesa ' ha specificato il Vescovo ' e rappresenti per voi un impegno di fronte a tutta la comunità cristiana nel vivere realmente, ogni giorno, alla presenza di Gesù. Cercate di esprimere nella vita e nella fede la realtà dell'Eucaristia, siate segni di comunione nel mondo, a casa come in parrocchia".

Durante la celebrazione che ha seguito l'incontro, il Vescovo ha dato ai ministri, riuniti ai piedi dell'altare, il mandato: l'assemblea è stata testimone del loro impegno nel vivere per primi il mistero di unità e di amore che è l'Eucaristia.


SPLENDOR VERITATIS
Giornata di studio " La sfida dell'arte nel luogo liturgico dal Concilio Vaticano II ad oggi"
 
12 FEBBRAIO 2010
Ascolta le relazioni:
Vai al sito

La Bibbia a computer

E' ON LINE LA NUOVA VERSIONE DI BIBBIA EDU
E' on line dal 29 luglio 2009 la nuova versione del sito Bibbia Edu. All'indirizzo
http://www.bibbiaedu.it/ è possibile leggere e "navigare" la Bibbia nella nuova edizione Cei del 2008. 'La realtà sociale e culturale in cui ci troviamo a vivere oggi è in continua evoluzione. Essa mette in evidenza come i linguaggi e le tecniche del comunicare sono spesso fluide, dinamiche e veloci ' sottolinea il vescovo Mariano Crociata, segretario generale della Cei nella presentazione del sito -. Nell'era di Internet e delle 'reti sociali', la Chiesa italiana è consapevole che l'accelerata innovazione tecnologica non è solo questione tecnica, ma coinvolge più profondamente l'uomo'. Il sito, funzionale e accessibile, è stato realizzato grazie all'impegno dell'Ufficio liturgico nazionale, dell'Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali e del Servizio Informatico della Cei. Sarà uno strumento utile per i così detti cybernauti che potranno leggere, studiare, approfondire la Parola attraverso quanto viene offerto dalle nuove tecnologie informatiche.


Presentato il nuovo cantorale di base per la Diocesi

AD UNA VOCE SOLA

In occasione della Messa del Crisma il Vescovo Elio ha consegnato alla sua Chiesa uno strumento atteso e desiderato


Le Aree e le Persone

' MUSICA E LITURGIA
Paola Bulgarelli*, Alessandro Dallari, Giampaolo Ferrari, Pietro Rustichelli, Annamaria Palmieri, Silvana Mai, Alessandro Pivetti.

' FORMAZIONE LITURGICA
Mons. Rino Bottecchi*, Don Callisto Cazzuoli, Werter Cavazzoni.

' CELEBRAZIONI LITURGICHE DIOCESANE
Diac. Paolo Arena*, Giorgio Lancellotti.

* svolge la funzione di referente per il singolo settore


Sussidio liturgico pastorale per la catechesi e la celebrazione del Sacramento della penitenza
'MISERICORDIA IO VOGLIO'

La penitenza o riconciliazione
II sacramento della riconciliazione è legato a temi umani ed esistenziali molto profondi: quello dell'offesa e del perdono, il tema della trasgressione e della riabilitazione, quello della disperazione e della speranza, il tema dell'angoscia e della pace interiore. Esso tocca davvero le radici di ogni esistenza segnata quotidianamente da fragilità, trasgressioni, offese, tristezze, divisioni e bisognosa di fiducia, di incoraggiamento, di sostegno, di pace. Di fronte a un quadro così vasto, vogliamo domandarci che cosa è, oggi, il sacramento della riconciliazione o penitenza . Come vivere, allora, da cristiani il sacramento della riconciliazione, così da goderne i frutti pacificanti, da sentirlo come sacramento che solleva, che da respiro, che non pesa?

Scarica l'intero documento (166 KB) -->


Per dialoghi con i fratelli sofferenti e la celebrazione del
sacramento dell'unzione dei malati

IO VI CONSOLERO'

Il sacramento dell'Unzione degli infermi non è, come spesso si ritiene, destinato ai moribondi, a chi sta per morire. Esso è stato istituito per quanti sono seriamente ammalati al fine di far sperimentare la sovrabbondante bontà del Signore e consolare tutti coloro che si trovano in afflizione e nella sofferenza.


Il presente fascicolo intende fornire alcune riflessioni sul senso cristiano della sofferenza in modo da far riscoprire la bellezza del dono di grazia che la Chiesa, in obbedienza al suo Signore dispensa con il Sacramento dell'Unzione.

 

Leggi il seguito -->


Documenti utili
Links
Costituzione conciliare SACROSANCTUM CONCILIUM
Lettera enciclica MEDIATOR DEI
RITI SACRAMENTALI
Ufficio liturgico nazionale
Congregazione per il culto divino