S. Antonio di Pellestrina

Andrea Rosada sacerdote novello

Intensa commozione per la prima messa del compaesano

 

Domenica 6 novembre, alle 10.30, il novello sacerdote don Andrea Rosada ha celebrato la sua prima messa solenne nella parrocchia d’origine, S. Antonio di Padova a Pellestrina. L’ordinazione, avvenuta in cattedrale a Chioggia sabato 5 novembre per le mani di Mons. Angelo Daniel, era stata preceduta in parrocchia da un ricco programma di proposte di formazione e preghiera per tutte le età e categorie di persone, per riscoprire il grande dono del sacerdozio. E ad accogliere don Andrea, nonostante la pioggia battente, c’era una chiesa gremita di gente accorsa per festeggiarlo e dimostrargli così il proprio affetto e la stima. A cominciare dai bambini dell’asilo che, emozionantissimi, gli hanno simpaticamente rivolto un sincero augurio perché possa intraprendere con serenità e impegno la strada che il Signore ha tracciato per lui. Anche il parroco don Massimo Ballarin è intervenuto affettuosamente durante l’omelia, perché la vita di un sacerdote è una missione non sempre facile da portare avanti e occorrono impegno, coraggio, determinazione, saggezza, una buona dose di umiltà e tanta fede in Dio che ci è Padre per affrontare le innumerevoli situazioni che potrà incontrare lungo il cammino. All’offertorio, don Andrea ha ricevuto sull’altare molti doni simbolici da parte della sua parrocchia e il calice offerto dalla comunità parrocchiale e che il novello sacerdote porterà per tutta la vita come ricordo della parrocchia nella quale è stato educato alla fede e nella quale ha maturato la sua vocazione al sacerdozio. Al termine della S. Messia, con grande emozione e commozione, don Andrea ha voluto ringraziare tutte le persone che gli sono state vicine in questi anni di formazione, a cominciare dalla famiglia, dai parenti e dagli amici che sempre lo hanno sostenuto ed incoraggiato, dai sacerdoti che lo hanno guidato lungo il cammino di fede, dalle suore, alcune delle quali sue insegnanti ai tempi dell’ asilo, gli insegnanti, i seminaristi, le comunità parrocchiali presso le quali ha prestato servizio, il coro parrocchiale che ha accompagnato la liturgia e la banda musicale “Pellestrina” che ha animato il saluto e l’augurio al novello sacerdote. Dopo la benedizione, una nutrita folla di amici e conoscenti ha voluto salutare e congratularsi di persona con don Andrea. E’ seguito infine un momento di festa presso la sede dell’ ACS Murazzo. (Susanna De Poli )

 

Un momento dell'ordinazione
La prima messa